Curiosità – Derinkuyu, la Città Sotterranea “scoperta per caso” in Cappadocia – Turchia

DERINKUYU, LA STRAORDINARIA CITTÀ SOTTERRANEA IN CAPPADOCIA (TURCHIA)


Derinkuyu è un’antica città sotterranea composta da un insieme di grotte spettacolare, a 85 metri sotto il suolo.. situata nei pressi della provincia del Nevsehir nella regione della Cappadocia in Turchia.

LA SCOPERTA


Nel 1963, questa splendida scoperta archeologica fu riportata alla luce per puro caso, da un abitante locale che, durante la ristrutturazione della sua casa-grotta mentre abbatteva una parete, ha scoperto una misteriosa stanza mai vista prima.

Si ritrovò davanti un misterioso passaggio: un intricato labirinto di grotte e cunicoli appartenente alla città di Derinkuyu, risalente all’anno 1400 A.C. diviso in più livelli.

Gli archeologi cominciarono a studiare questa incredibile città sotterranea, arrivando ai 40 metri di profondità, anche se si pensa che possa arrivare fino agli 85 metri.

La città sotterranea di Derinkuyu conta oltre 600 porte, ognuna delle quali accedeva a camere enormi usate per mangiare, per dormire e per la preghiera. Ad oggi sono stati scoperti venti livelli sotterranei ma è possibile visitarne solo otto..


Una vera metropoli, scavata a mano nel tufo e risalente al settimo secolo A.C.
La città sotterranea di Derinkuyu fu costruita per proteggere i suoi abitanti dalle guerre e dalle persecuzioni religiose ed era in grado di ospitare circa 20.000 persone.


Dotata di grandi porte di pietra, per impedire l’accesso agli invasori, e di un ingegnoso sistema di ventilazione, nonché di un pozzo per assicurare acqua potabile a tutti i cittadini, comprendeva una moltitudine di locali adibiti a cucine, camere da letto e magazzini per lo stoccaggio degli alimenti.

Nella città sotterranea sono stati ritrovati anche utensili ed attrezzi per fare il vino, stalle per gli animali e anche un albero che ha portato acqua e aria alla popolazione..

Per garantire la completa autonomia della popolazione, oltre a una scuola, una chiesa e una cantina per la preparazione del vino e dell’olio, trovava spazio anche un adeguato numero di bestiame.


Derinkuyu, un tempo collegata con altre città sotterrane attraverso tunnel lunghi chilometri, è uno dei numerosi insediamenti ipogei ritrovati in quest’area.
Resta ancora sconosciuta quale civiltà abbia costruito la città e fino ad oggi, nonostante siano stati esplorati circa 20 livelli sotterranei, solo otto sono visitabili.


Attualmente Derinkuyu è senza dubbio una delle attrazioni turistiche più visitate della Cappadocia, un’opera incredibile e misteriosa che continua ad attirare l’interesse degli archeologi e degli studiosi di tutto il mondo.

Articolo a cura di *NADIA LAMELZA*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »
error: Contenuto protetto !!